Non solo blog

Lo so, lo so, state pensando (e forse temendo) che adesso vi scriverò ogni giorno e che vi tempesterò di post – cosa che avevo detto all’inizio di quest’avventura che non avrei fatto. Tranquilli, come ho fatto sabato scorso – La mia esperienza al Torino Film Festival, anche oggi vi scrivo per una breve comunicazione. Ho notato con immenso piacere che state seguendo non solo i miei consueti appuntamenti (lunedì film, mercoledì un singolo artista e venerdì una serie TV) ma che state leggendo anche gli articoli che scrivo per Movie Magazine Italia, che da questa settimana ho iniziato a proporvi direttamente sul mio blog e non solo sulla mia pagina Facebook.

Fino a due settimane fa non avevo mai pensato di proporvi anche questi articoli. Poi come ben sapete è arrivata la splendida occasione del TFF e ho quindi deciso di condividere con voi le mie emozioni e le mie recensioni. Ripeto, dal momento che ho notato un vostro interesse anche per questi articoli, decisamente più specifici, inizierò a condividere anche gli articoli passati che ho scritto per questa rivista online. Purtroppo non posso riproporvi quelli più datati perché il sito non mi permette di andare così indietro e ripescare i post più vecchi – ho iniziato la mia collaborazione con Movie Magazine Italia a maggio di quest’anno.

Il film che ti sei perso...

Quindi da domani, sappiate che talvolta, tra un post programmato e l’altro vi riproporrò i miei articoli scritti per Movie Magazine Italia. Di cosa trattano? Principalmente mi occupo di anniversari cinematografici e compleanni, anche se non mancano le recensioni. Quindi si, da domani potrete leggere qualche mio articolo in più. Concludo questo comunicato elencando (vi basterà cliccare l’argomento che vi interessa per andare a leggere l’articolo) qui in basso i post che per motivi di datazione non riesco più a proporvi come invece farò a partire da domani. Perché ve li posto? Perché noto con piacere che mi seguite e lo sapete, la mia filosofa è: nel caso ve lo foste perso… ve lo consiglio!

Articoli passati redatti per Movie Magazine Italia:

 

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Annunci

La mia esperienza al Torino Film Festival

Ebbene si, vi scrivo in un giorno in cui non ho in programma nessuna delle mie tre rubriche settimanali. Giusto perché mi piace essere ripetitiva vi ricordo che scrivo il lunedì (tema: film), il mercoledì (su un singolo artista) e il venerdì (appuntamento con la serialità della televisione). Perché quindi di sabato? Perché ieri ho concluso la mia breve ma interessante esperienza al Torino Film Festival. Sono andata con l’accredito stampa grazie alla rivista online con la quale collaboro: Movie Magazine Italia. Avrei voluto fare più cose, vedere più film ma confesso che, sebbene sia stato un breve incontro con il festival piemontese, mi sono trovata benissimo. Per questo motivo oggi vorrei condividere con voi la mia gioia e le mie emozioni.

Non è la prima volta che partecipo a un Festival del Cinema ma è la prima occasione in cui mi capita di parteciparvi come Stampa. Lo scorso anno ho fatto parte dello staff della Festa del Cinema di Roma. Altra esperienza meravigliosa. Se vi interessasse scoprire qualche avventura che ho vissuto lo scorso anno potrei dedicare un altro breve spazio al ricordo di Roma.

Dunque cosa vi posso dire del trentaseiesimo Torino Film Festival? Che nei prossimo giorni condividerò anche sul mio blog le recensioni che ho scritto. Vi suggerirò un articolo al giorno giusto per non essere troppo noiosa!

Il film che ti sei perso...

Eventi interessanti che mi sono accaduti? Beh se volete ridere vi posso confessare che quando sono andata a ritirare l’accredito, prima di trovare la porta giusta, sono entrata in due posti sbagliati e quando ho chiesto informazioni mi hanno detto che l’ufficio accrediti era accanto. Letteralmente. C’era pure un enorme cartello che indicava dove andare ma chiaramente io ho subito cercato di farmi riconoscere…. Ma tranquilli, è normale per me fare queste figure. Anche se non mi abituo mai all’imbarazzo.

Ieri invece faceva freddissimo, è stato il primo (e per fortuna l’unico) giorno in cui mi sono congelata abbastanza. Ecco perché mi sono coperta bene e nascosta mezzo viso sotto il cappotto. Sono arrivata al cinema infreddolita e un gentile signore mi ha detto che potevo già entrare in sala a scaldarmi, dovevo solo mostrare l’accredito per confermare di poter entrare. È arrivato un suo collega, che  sorridendomi ha detto: “si , si lei è provvista dell’accredito. È tutta la settimana che la vedo! Ormai conosco a memoria i volti di chi può entrare”. Nel frattempo ho comunque mostrato l’accredito e ho riso pensando di essermi fatta riconoscere sia il primo che l’ultimo giorno.

I film che ho visto mi hanno piacevolmente colpita. Ho scoperto pellicole che non mi aspettavo fossero così interessanti mentre una mi ha delusa. Mi sono divertita, sono stata ospitata da persone meravigliose che mi hanno fatta sentire a casa, ho mangiato bene (e troppo) e ho visto una splendida Torino illuminata a festa. Nel complesso posso dire solo cose positive di quest’esperienza. Quindi, grazie Torino, grazie a chi mi ha permesso di potermi sentire come a casa, a chi mi ha fatto compagnia e a chi ha fatto in modo che questa piccola avventura si potesse realizzare.

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Altri cambiamenti in arrivo

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Sono passate solo due settimane da quando Il film che ti sei perso… ha annunciato un piccolo grande cambiamento, ovvero il nuovo look del sito (Nuovo vestito, stessa sostanza). Quest’oggi mi ritrovo nuovamente a stravolgere le piccole semplici regole del mio blog per un altro annuncio. Quelli tra di voi che mi seguono dall’inizio sanno benissimo che l’appuntamento inizialmente era singolo. Ho poi deciso di dedicare una seconda rubrica al mondo infinito, geniale e, oserei dire, che crea dipendenza, delle serie televisive (Cambiamenti in arrivo) e quindi di scrivere anche il venerdì… Esatto, sto per comunicarvi quello che state pensando: vi stresserò una volta in più! Contenti? Tranquilli…  Fingente entusiasmo e saremo tutti felici – sto scherzando chiaramente. La verità è che ho deciso di implementare ancora il mio impegno verso questo blog e verso di voi, perché riscontro interesse e questo mi fa un immenso piacere. Di cosa parlerò, vi starete chiedendo. Dopo averci pensato, ho realizzato che la miglior cosa è sempre la stessa che mi ha spinta a creare questo blog: la passione. Come ben sapete sono onnivora, nel senso che mastico quasi tutti i generi e abbraccio con entusiasmo sia i film che le serie televisive ma nel magico mondo dell’intrattenimento, ho una vera  e propria venerazione per una figura all’interno di questa meravigliosa macchina che è l’audiovisivo: gli attori e la recitazione. Ho anche dedicato uno dei miei primissimi post (L’arte di saper emozionare) all’analisi del metodo più famoso di recitazione, il Metodo Stanislavskij. Ammiro gli attori e l’arte della recitazione perché permette alle persone che nascono con un dono e con l’incredibile capacità di sapersi mettere in gioco, sempre e comunque, di guardare dentro se stessi e di esplorare quell’infinita gamma di emozioni che l’essere umano è in grado di provare. Mi affascina pensare che dietro ogni personaggio ben riuscito si celi una parte della persona che lo sta impersonando. Essere attori significa non aver paura delle proprie emozioni, non temere di rischiare e di guardarsi allo specchio. Questa ammirazione, ammetto, la rivolgo soprattutto verso gli attori anglofoni perché trovo che arrivino da una scuola incredibilmente moderna e all’avanguardia, tuttavia non dimentico i grandi nomi italiani e internazionali che hanno reso e rendono tutt’ora grande quest’arte.

Non sono un’attrice e non mi permetto di pensare di saperne più di chi ha studiato, non mi stancherò mai di ripetere che osservo sempre con gli occhi di un’ammiratrice appassionata. Ecco perché nella mia nuova, terza rubrica, seguirò di nuovo il cuore senza avere la presunzione di scendere nel tecnico (rischiando di annoiarvi). Affronterò, o meglio lo farò insieme a chi mi vorrà leggere, un’artista alla volta, analizzando la sua carriera attraverso film e performance che ha eseguito e, come sempre, ricordando quelle che hanno catturato la mia attenzione, consigliandovi così un paio di titoli. Spero che questa nuova rubrica vi possa entusiasmare e piacere tanto quanto le altre due. Concludo questo annuncio avvisandovi che gli appuntamenti si sposteranno in questo modo:

_ Lunedì ci sarà il consueto appuntamento dedicato ai film

_ Mercoledì sarà dedicato alla nuova rubrica

_ Venerdì rimarrà il giorno delle serie televisive

Questo nuovo ordine, insieme alla nuova rubrica, inizieranno dalla prossima settimana. Mentre venerdì ci sarà il consueto appuntamento dedicato all’analisi di una serie televisiva. A presto,

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Nuovo vestito, stessa sostanza

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Il film che ti sei perso… come Cenerentola, ha cambiato look, si è aggiornato, si è arricchito e, ammettiamolo, è diventato più ordinato. Come ho detto nel mio primissimo post, Blog per passione, scrivo spinta dall’amore per l’audiovisivo. Dal momento che questo mondo affascinate è così fruibile, immediato e caro a molte persone, ho deciso di rendere più semplice l’accesso al mio blog per i miei amici – vi chiamerò sempre amici, perché non ho la presunzione di credermi un’abile scrittrice e quindi di avere dei lettori, bensì degli amici con cui condividere una passione. Come già ho fatto nel mese di giugno, annunciando attraverso un post, che l’appuntamento settimanale sarebbe raddoppiato (Cambiamenti in arrivo) e che avrebbe compreso non solo il magico mondo del cinema ma anche l’affascinante e infinito universo delle serie televisive, anche oggi, attraverso questo articolo, desidero mostrarvi e guidarvi nella nuova versione del mio piccolo blog.

Il cambiamento è già avvenuto, lo dico per chi mi sta leggendo per la prima volta – benvenuto!, e come potete vedere…

  • I colori del blog sono sempre gli stessi: nero, perché lo trovo estremamente elegante e raffinato, ocra perché è la versione più vicina al mio colore preferito, l’oro.
  • L’indirizzo per raggiungere il sito adesso è il seguente: ilfilmchetiseiperso.com e come potete notare la pagina principale è diventata quella delle Informazioni.
  • Le pagine che visitate si sono arricchite con i link ai social (Facebook, Instagram e Twitter) in cui è presente Il film che ti sei perso… Inoltre è visibile un archivio, un filtro per la ricerca e la possibilità di seguire il blog attraverso un semplice clic. Ultimo dettaglio ma non meno importante, in fondo a ogni singola pagina è stata inserita la possibilità di traduzione
  • Infine potrete notare che i caratteri, sia dei titoli che dei testi, sono leggermente cambiati e hanno uno stile più fine ed elegante – risultano più piacevoli per il mio personale gusto, spero che concordiate con me. Questo semplice cambiamento, di valore puramente estetico è avvenuto perché, detto tra di noi, quando scrivo a mano la mia calligrafia è assolutamente pessima e sempre soggetta a critiche. Per cui mi sono detta che se nel mondo virtuale potevo sembrare elegante attraverso la scrittura, beh perché non farlo?

Questi sono i cambiamenti principali, vi invito a dare un’occhiata alla nuova versione del mio blog Il film che ti sei perso… e nel caso aveste dei dubbi, delle perplessità o dei suggerimenti non esitate a contattarmi qui o sulle altre piattaforme social in cui sono presente. Perdonatemi se oggi ho voluto dedicare lo spazio riservato al magico mondo del cinema a una mera informazione di servizio, tornerò venerdì con il consueto appuntamento dedicato all’analisi di una serie televisiva. Intanto vi ricordo che, nel caso velo foste dimenticato, collaboro anche con la rivista online Movie Magazine Italia e che al seguente indirizzo potete trovare altri articoli brevi e semplici, scritti da me: http://moviemagazine.it/author/giorgia-cassinelli/ A presto,

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Estate, vacanze e dove trovarmi

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Il film che ti sei perso… va in vacanza per il mese di agosto. Quindi questo che state leggendo è l’ultimo post prima della pausa estiva. Ho deciso di prendermi una breve licenza perché tanto lo so che voi, avidi lettori, sotto l’ombrellone avete voglia di tutto meno che di leggere qualche mio consiglio, per cui vi dispenso dal compito di seguirmi e vi auguro uno splendido agosto a base di sole, relax e divertimento. I consueti appuntamenti del martedì (Blog per passione) – in cui suggerisco un paio di titoli di film e del venerdì (Cambiamenti in arrivo) – in cui consiglio una serie televisiva torneranno con l’arrivo di settembre.

So già che vi mancherò per cui sappiate che non vi abbandonerò del tutto. Rimarrò attiva sui social… come? Vorreste dirmi che non vi ricordate dove potete trovarmi? Beh ma è semplice, Il film che ti sei perso… è presente nei seguenti social:

 

 

Come ho ricordato nel mio ultimo post, La serie TV che ti sei perso… Dracula, collaboro inoltre con la rivista Movie Magazine Italia per cui potete trovare altri mie articoli alla seguente pagina: http://moviemagazine.it/author/giorgia-cassinelli

Siete invitati a seguirmi su tutti i social e se vi scappa un like sulla pagina Facebook, nella quale riproporrò quotidianamente i miei precedenti articoli, non mi lamento ahahah. Vi rinnovo i miei auguri per una serena e splendida estate. A presto,

         Giorgia – Il film che ti sei perso…

Cambiamenti in arrivo

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Il film che ti sei perso… segue le semplici basilari regole che ho esposto nel mio primissimo post (Blog per passione) poco più di tre mesi fa. Giusto perché mi fa piacere farlo e perché noto con piacere che ho un piccolo seguito ho deciso di implementare il mio impegno verso questo blog e verso i mie amici – non dico lettori perché non voglio avere la presunzione di credere di essere un’abile narratrice. Come ho detto la prima volta scrivo spinta dalla Passione e dall’amore Amore perché la verità è che sono una semplice appassionata di cinema, film e serie tv… Giusto, serie tv… ma quando parlo di serie tv? Fino ad ora ho sempre e solo parlato di film, ecco perché ho deciso di raddoppiare l’appuntamento settimanale con questo blog. Tranquilli, non vi bombarderò di notifiche e post, semplicemente scriverò due volte a settimana. Il martedì, come di consueto, parlerò di film, mentre il venerdì affronterò le serie tv. Per queste ultime l’approccio che ho deciso di adottare è un pochino diverso: parlerò di un prodotto per volta e per ognuno di essi posterò il trailer, un breve riassunto della trama ed elencherò alcuni motivi che possono o meno invogliare a iniziare a seguire una nuova “vecchia” serie tv!

Non è molto chiaro quello che ho detto? Beh non vi resta che aspettare il prossimo venerdì per scoprire con i vostri occhi cosa accadrà…

A presto,

              Giorgia – Il film che ti sei perso…

Blog per passione

Blog di qua, blog di la… tutti che scrivono, tutti che commentano l’ultimo film uscito in sala, tutti pronti a commentare.

No, qui no. In questo piccolo e semplice blog si parlerà in maniera chiara e semplice di amore, eh già dico Amore, perché è questo che provo io ogni qualvolta guardo un film o inizio una nuova entusiasmante serie televisiva. Sono una semplice appassionata di cinema e serie tv e per questo ho deciso di iniziare questa esperienza, per il semplice fatto che sono spinta dalla passione per l’audiovisivo. Giusto per chiarire l’idea a chi ancora (giustamente) non ha capito bene su cosa verterà questo blog ecco di seguito, un breve elenco delle semplici regole che cercherò di seguire:

  1. Niente ultime uscite. Cercherò di raccontare il mio amore per il cinema attraverso film che hanno segnato, o in qualche modo hanno colpito la mia immaginazione – da qui si può capire il nome del blog
  2. Cercherò di parlare sempre bene, rimanendo positiva e innamorata della settima arte. Quindi mi soffermerò sulle critiche positive ed elogerò il bello… beh, su quello che io ritengo sia bello.
  3. Niente termini difficili o lunghe digressioni su tecnicismi vari usati dai registi o dai direttori della fotografia… discorsi semplici e chiari,esattamente come quando si parla tra amici, al bar o al ristorante.
  4. Pubblicherò un articolo a settimana, tranquilli non vi assillerò troppo!
  5. Ribadendo il primo concetto, sottolineo il fatto che non parlerò di film nuovi, per cui l’unico consiglio che mi permetterò di dare sarà quello di suggerire 3 o 4 film, nel caso appunto ve li foste persi, alla fine di ogni post.

Beh direi che è tutto, non mi resta che darvi appuntamento alla prossima settimana, nel quale ci sarà il mio primo vero post…

Giorgia – Il film che ti sei perso…