La serie TV che ti sei perso…

Sherlock

Oggi, come ogni venerdì torno a parlare di una serie televisiva. Così come ho fatto questo martedì, per il primo appuntamento dopo le vacanze, in cui consiglio un paio di film (Perché il mondo ha bisogno di Superman), anche quest’oggi ho deciso di rincominciare a parlare di un prodotto televisivo a cui sono particolarmente affezionata. Insomma, come sempre seguo la semplice regola con cui ho iniziato questo blog: prima la passione (Blog per passione)!

Sherlock_ Benedict Cumberbatch

In questa serie televisiva il protagonista indiscusso è uno solo: Sherlock Holmes. Questo personaggio unico, arrogante, intelligente, sociopatico e irrimediabilmente affascinate, è affiancato dal fidato, infinitamente paziente e amico John Watson. Basterebbero questi due personaggi a creare una serie degna di nota ma in realtà Sherlock è molto di più. Il cast è ricco di meravigliose sorprese, le trame di ogni puntata sono avvincenti e curate fin nel più piccolo dettaglio e sebbene le storie del mitico investigatore siano state riadattate e ambientate ai giorni nostri, la serie non perde di fascino ma anzi ne acquista. L’intelligenza e la logica conquistano il posto d’onore e Benedict Cumberbatch è a dir poco fenomenale nella sua interpretazione. L’attore britannico affascina (forse l’avevo già detto) e colpisce lo spettatore con la sua logica, la sua intelligenza e il suo stile disarmante. Se avete modo di seguire la serie in lingua originale sappiate che aumenta ancor di più il suo magnetismo a causa della sua meravigliosa voce – ok, è vero, sono di parte perché sono innamorata di questo artista e ritengo che la sua sia la voce più bella del pianeta terra! Ma anche se cerco di essere obbiettiva fidatevi quando vi dico che Benedict Cumberbatch merita di essere ascoltato senza l’ausilio del doppiaggio.

La serie va seguita e ascoltata attentamente, è come un gioco: ogni dettaglio, ogni passaggio di logica va esaminato e quando credete di aver capito tutto e di aver risolto il caso ecco che arriva Sherlock che, con il suo modo unico vi dice, come solo un gentleman inglese può fare, che non avete capito assolutamente nulla e che la soluzione del mistero è ben lontana dalla vostra idea iniziale.

Sherlock_BBC

Breve riassunto:

In una Londra moderna arriva John Watson che, reduce dalla guerra in Afghanistan, sta cercando un appartamento in cui andare a vivere. Un suo amico gli presenta il suo futuro coinquilino: Sherlock Holmes. È l’inizio di una convivenza unica, caratterizzata dalle numerose piccole e grandi manie che ha il consulente investigativo Holmes. L’amicizia tra i due sembra impossibile eppure il rispetto, la logica e il lavoro tengono affiancati due personaggi così diversi eppure così perfettamente complementari.

Perché guardarla:

  • Si sta parlando di un prodotto televisivo di altissima qualità, curato in ogni più piccolo dettaglio
  • Non sono puntate che rientrano nella logica della TV, si avvicinano molto più al concetto di piccoli film
  • C’è Benedict Cumberbatch, ragione più che sufficiente per seguirla con passione
  • Non si rovinano le opere da cui sono tratte le singole puntate ma anzi, si omaggia un grande della letteratura britannica: Sir Arthur Conan Doyle

Perché non guardarla:

  • Le puntate sebbene siano pochissime (3 puntate per 4 stagioni più un episodio speciale) sono lunghe
  • Se avete voglia di distrarvi e di guardare un prodotto televisivo per il puro gusto di non dover prestare molta attenzione a quello che seguite non è la serie adatta a voi: ogni battuta e ogni dettaglio va ascoltato e osservato attentamente
  • Non potete seguirla tutta d’un fiato perché (per fortuna diciamo noi fan) siamo ancora in attesa della quinta stagione

Sito ufficiale: https://www.bbc.co.uk/programmes/b018ttws

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Sherlock.BBCW/?ref=br_rs

In questo momento puoi trovare questa serie su Netflix:

https://www.netflixlovers.it/catalogo-netflix-italia/70202589/sherlock

Annunci

La serie TV che ti sei perso…

Merlin

Nei miei precedenti articoli dedicati a questa nuova rubrica del venerdì, fino ad ora, mi sono concentrata su serie televisive drammatiche e abbastanza oscure, specialmente se si pensa al mio primo post – dedicato alla mia serie preferita Hannibal, e al mio ultimo –incentrato su Penny Dreadful. Chiaramente, come ho voluto specificare più volte, i miei gusto vertono su drammi che sconfinano, affrontano e si immergono completamente sul lato più celato della mente e dell’anima, che abbracciano l’oscurità per lasciarsi trasportare in un viaggio di sola andata verso un luogo terrificante e affascinante. Capisco però che non tutti abbiano gli stessi gusti e siccome il mio blog è una sorta di portale in cui consiglio, sempre basandomi sul mio modesto parere, cosa guardare, sento oggi la necessità di cambiare decisamente categoria e suggerire un prodotto che, nel suo genere, ho trovato adorabile e che ho guardato con piacere. Ecco quindi che mi trovo a paralare di una serie televisiva britannica, andata in onda la prima volta dieci anni fa. Come si evince dal titolo, questo prodotto televisivo fantasy è basato sulle avventure raccontate dal ciclo arturiano. La serie racconta di un giovane (e non ancora re) Artù e di un altrettanto giovanissimo (apprendista) mago Merlino. Questo prodotto è uno di quelli che, intelligentemente, non pretende da sé stessa più di quanto non possa offrire. Le puntate si assomigliano e trovano la loro risoluzione, quasi sempre, all’interno di una singola puntata. Sebbene la serialità sia marcata, questo prodotto riesce alla perfezione grazie soprattutto alle risate assicurate: il cast, soprattutto i due giovani protagonisti maschili, sono irresistibili, divertenti, si affiancano, si supportano a vicenda senza mai prevalicare uno sull’altro. Più la serie procede – ci sono cinque stagioni in totale, più la storia prende piede e più la narrazione si amplia e cresce insieme ai protagonisti.

Merlin_serie TV

Breve riassunto:

Un giovanissimo Merlino dopo aver scoperto di avere poteri soprannaturali, si sposta a Camelot per avere un tutore e servire a corte, dove la magia è stata bandita. Qui incontra, o meglio, si scontra con il futuro re, Artù. I due, sebbene a prima vista non si sopportino,  per volere del destino sono costretti a vivere a stretto contatto. Due personalità diverse eppure simili, due giovani a volte arroganti, a volte predisposti – soprattutto Merlino, interpretato da Colin Morgan, a combinare un pasticcio dietro l’altro, sono l’assicurazione  per uno show divertente, fresco e leggero, ambientato in luogo e in un tempo che non conosce età e limiti per immaginazione.

Perché guardarla:

  • Se avete voglia di seguire una serie, magari in lingua originale, per il gusto di evadere dalla noiosa realtà quotidiana e di immergervi in un luogo mitico e magio come Camelot allora Merlin è la serie che fa per voi
  • Le risate sono assicurate. Ci sono alcune puntate in cui non potrete fare a meno di ridere dall’inizio alla fine
  • I due protagonisti sono favolosi insieme e la riuscita dello show è dovuta tanto alla storia senza tempo di Camelot quanto ai due ragazzi che tirano fuori il meglio l’uno dall’altro
  • Andando avanti con lo show, le risate saranno affiancate da una trama sempre più complessa e più curata. Insomma, più la serie va avanti e più la storia si arricchisce

Perché non guardarla:

  • Il budget di questo show non è illimitato e questo si nota soprattutto in alcune scene in cui ci vorrebbe un maggiore effetto scenico
  • Non tutti gli attori, purtroppo, funzionano alla perfezione come i due protagonisti

Sito ufficiale: https://www.bbc.co.uk/programmes/b00mjlxv

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MerlinOfficial/?ref=br_rs

In questo momento puoi trovare questa serie su Sky On Demand:

http://guidatv.sky.it/guidatv/sky-on-demand/sky-generation/universi-fantastici/merlin.html