Paterson

L’intera pellicola è un doppio, una sorta di quadro dentro a un altro quadro. Paterson è come una poesia in movimento