Midnight in Paris

Come anticipato lunedì scorso (Anno nuovo, nuove proposte) eccomi qui con un nuovo modo di raccontarvi il cinema. Una pellicola alla volta. Senza spolier ovviamente. Mi sono ritrovata a domandarmi se sarebbe stato più carino iniziare con un film già citato in precedenza, con uno uscito da poco al cinema o con un classico. Alla fine ho optato per un misto di queste cose. Oggi vi parlerò di un film che non è appena uscito ma che non appartiene nemmeno al secolo scorso. Per celebrare l’inizio di questo nuovo modo di raccontare il cinema, ho pensato che sarebbe stato carino partire con un film che adoro ma che non ho ancora avuto modo di suggerirvi.

Midnight in Paris è un divertente e intelligente film ideato, scritto e diretto dal genio indiscusso di Woody Allen. Questo regista non ha certo bisogno del mio umile commento per essere riconosciuto come un vero artista capace di raccontare l’animo umano, le sue paure e ansie, attraverso una spiccata vena comica, intelligente e irriverente. Mi perdonerete se mi unisco al coro di coloro che pensano che gli ultimi film di Allen non sempre sono all’altezza del suo nome. Come tutte le persone affronta alti e bassi nella sua carriera ma se parliamo di Midnight in Paris allora commentiamo un punto di massima. Questo è un titolo che consiglio a chiunque, sia a coloro che amano il cinema di Allen che ai neofiti. La regia non è nemmeno da analizzare – impeccabile come sempre, tuttavia si potrebbero spendere fiumi di parole per il soggetto. Unico, geniale, colto e divertente. Gli attori? Quando mai Allen sbaglia la scelta… e nel caso vi servisse ancora un piccolo incentivo: c’è Owen Wilson (nei panni del protagonista) al suo meglio.

Il film che ti sei perso...

Breve riassunto:

Francia, Parigi. Uno sceneggiatore di Hollywood di successo è in vacanza con la sua fidanzata, i genitori di lei e una coppia di amici della famiglia della ragazza, incontrati per caso. Gil, il protagonista, sta cercando di ultimare il suo primo romanzo. Incompreso, sottovalutato, snobbato dalla famiglia della ricca (e tremendamente snob) ragazza, inizia a girovagare per le strade di Parigi di notte. In uno di questi solitari cammini notturni scopre un segreto tanto incredibile quanto magico…

Perché guardarlo:

  • Il soggetto, la regia e la sceneggiatura sono del migliore Woody Allen
  • Gli attori, anche le comparse, sono tutti ineccepibili e perfetti
  • È una pellicola divertente, irriverente ma anche intelligente in quanto tra una risata e l’latra fa riflettere lo spettatore

Perché non guardarlo:

  • Credo sia un film che possa piacere a chiunque per cui non ho un vero elemento di bocciatura da inserire. Lo sconsiglio solamente a chi non apprezza particolarmente il metodo di narrazione di Woody Allen o chi non ama Owen Wilson. Lui è l’indiscusso protagonista per cui, se non apprezzate l’attore americano, lasciate perdere perché Wilson trascina lo spettatore all’interno della storia tanto quanto la macchina da presa

In questo momento puoi trovare questo film su Netflix:

Midnight in Paris

Annunci

La serie TV che ti sei perso…

Merlin

Nei miei precedenti articoli dedicati a questa nuova rubrica del venerdì, fino ad ora, mi sono concentrata su serie televisive drammatiche e abbastanza oscure, specialmente se si pensa al mio primo post – dedicato alla mia serie preferita Hannibal, e al mio ultimo –incentrato su Penny Dreadful. Chiaramente, come ho voluto specificare più volte, i miei gusto vertono su drammi che sconfinano, affrontano e si immergono completamente sul lato più celato della mente e dell’anima, che abbracciano l’oscurità per lasciarsi trasportare in un viaggio di sola andata verso un luogo terrificante e affascinante. Capisco però che non tutti abbiano gli stessi gusti e siccome il mio blog è una sorta di portale in cui consiglio, sempre basandomi sul mio modesto parere, cosa guardare, sento oggi la necessità di cambiare decisamente categoria e suggerire un prodotto che, nel suo genere, ho trovato adorabile e che ho guardato con piacere. Ecco quindi che mi trovo a paralare di una serie televisiva britannica, andata in onda la prima volta dieci anni fa. Come si evince dal titolo, questo prodotto televisivo fantasy è basato sulle avventure raccontate dal ciclo arturiano. La serie racconta di un giovane (e non ancora re) Artù e di un altrettanto giovanissimo (apprendista) mago Merlino. Questo prodotto è uno di quelli che, intelligentemente, non pretende da sé stessa più di quanto non possa offrire. Le puntate si assomigliano e trovano la loro risoluzione, quasi sempre, all’interno di una singola puntata. Sebbene la serialità sia marcata, questo prodotto riesce alla perfezione grazie soprattutto alle risate assicurate: il cast, soprattutto i due giovani protagonisti maschili, sono irresistibili, divertenti, si affiancano, si supportano a vicenda senza mai prevalicare uno sull’altro. Più la serie procede – ci sono cinque stagioni in totale, più la storia prende piede e più la narrazione si amplia e cresce insieme ai protagonisti.

Merlin_serie TV

Breve riassunto:

Un giovanissimo Merlino dopo aver scoperto di avere poteri soprannaturali, si sposta a Camelot per avere un tutore e servire a corte, dove la magia è stata bandita. Qui incontra, o meglio, si scontra con il futuro re, Artù. I due, sebbene a prima vista non si sopportino,  per volere del destino sono costretti a vivere a stretto contatto. Due personalità diverse eppure simili, due giovani a volte arroganti, a volte predisposti – soprattutto Merlino, interpretato da Colin Morgan, a combinare un pasticcio dietro l’altro, sono l’assicurazione  per uno show divertente, fresco e leggero, ambientato in luogo e in un tempo che non conosce età e limiti per immaginazione.

Perché guardarla:

  • Se avete voglia di seguire una serie, magari in lingua originale, per il gusto di evadere dalla noiosa realtà quotidiana e di immergervi in un luogo mitico e magio come Camelot allora Merlin è la serie che fa per voi
  • Le risate sono assicurate. Ci sono alcune puntate in cui non potrete fare a meno di ridere dall’inizio alla fine
  • I due protagonisti sono favolosi insieme e la riuscita dello show è dovuta tanto alla storia senza tempo di Camelot quanto ai due ragazzi che tirano fuori il meglio l’uno dall’altro
  • Andando avanti con lo show, le risate saranno affiancate da una trama sempre più complessa e più curata. Insomma, più la serie va avanti e più la storia si arricchisce

Perché non guardarla:

  • Il budget di questo show non è illimitato e questo si nota soprattutto in alcune scene in cui ci vorrebbe un maggiore effetto scenico
  • Non tutti gli attori, purtroppo, funzionano alla perfezione come i due protagonisti

Sito ufficiale: https://www.bbc.co.uk/programmes/b00mjlxv

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MerlinOfficial/?ref=br_rs

In questo momento puoi trovare questa serie su Sky On Demand:

http://guidatv.sky.it/guidatv/sky-on-demand/sky-generation/universi-fantastici/merlin.html