Breve pausa, YouTube e dove trovarmi

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Oggi dedico questo post, nel mio consueto appuntamento del venerdì dedicato alle serie televisive e al piccolo schermo, a una piccola comunicazione di servizio e alla mia nuova attività collaterale al blog. Da poco più di due mesi infatti ho aperto un canale YouTube! Posto un video a settimana, ogni giovedì per la precisione, e anche li parlo di serialità e di cinema. Perché oggi vi voglio parlare di questi video? Beh perché mi piace celebrare i miei piccoli traguardi e proprio ieri sono arrivata a postare il mio decimo video.

Così per l’occasione ho pensato di condividere con voi questo nuovo progetto e informarvi un pochino su come nascono e di cosa trattano i miei video. Anzitutto vi dico che non durano nemmeno 4 minuti l’uno – così non annoio nessuno, o almeno lo spero! Il primo video è nato per celebrare il centesimo articolo del blog (Cento volte Grazie). In ogni appuntamento analizzato un film o una serie per volta e svelo qualche piccolo aneddoto e/o curiosità. Come scelgo di volta in volta gli argomenti? Cerco di creare un piccolo legame con il video precedente in modo da dare un senso di continuità, tuttavia non è necessario seguirli in ordine per poter capire di cosa parlo. Un elemento fondamentale dei miei piccoli video è la mia fedele, più o meno, aiutante: Missy, la mia gatta! Un’altra cosa che vi posso svelare di questo nuovo progetto è che ciò che dico all’interno dei video, rigorosamente interpretati, girati e montati dalla sottoscritta, non l’ho mai scritto prima nel blog. Quindi se siete interessati sappiate che nei video non rischiate di trovare elementi che vi ho già svelato all’interno del blog.

Passiamo alla parte concreta e pratica. Come si chiama il canale: ovviamente Il film che ti sei perso, per andare a dare uno sguardo e perché no, magari per iscrivervi, vi basterà cliccare QUI. Se invece siete troppo pigri, tranquilli vi capisco! e preferite sapere in anticipo cosa troverete vi vengo incontro e vi svelo qualche dettaglio su ogni singolo video, con tanto di link (vi basterà cliccare sul titolo per andarlo a visualizzare). Quindi ecco qui la lista:

  1. 100 volte Blog: ringraziamenti e puro imbarazzo
  2. Perché Pocahontas: Disney, Pocahontas e Il re leone
  3. La trilogia di Baz Luhrmann: Ballroom, Romeo + Giulietta di William Shakespeare e Moulin Rouge!
  4. Il Grande Gatsby – curiosità: beh qui direi che è abbastanza chiaro l’argomento
  5. Slip – curiosità: ovviamente parlo del film e della mia ammirazione per James McAvoy
  6. Face/Off – curiosità: racconto del lungometraggio tra una gaffe e l’altra
  7. Il Trono di Spade – aneddoti e curiosità Parte 1: anche qui trovo abbastanza ovvia la cosa
  8. Il Trono di Spade – aneddoti e curiosità Parte 2: ovvietà, parte seconda
  9. X-Men – L’inizio – curiosità: supereroi, James McAvoy e Michael Fassbender
  10. Superman – aneddoti e curiosità: considerazioni sul primo supereroe 40 anni dopo l’uscita del primo film

Ecco, questo è quanto: questi sono i miei primi video. Spero di avervi incuriosito un pochino e che vi sia venuta voglia di dare uno sguardo a uno o più dei miei video. Per quanto riguarda la parte della comunicazione di servizio vi i formo semplicemente che la prossima settimana mi prenderò una breve pausa dal blog, mentre il video su YouTube verrà caricato come sempre, giovedì 25, i miei articoli ritorneranno a partire da lunedì 29. Ne approfitto per ricordarvi che mi potete trovate nei seguenti social: Instagram, Facebook e Twitter. Concludo promettendo che il canale YouTube riceverà la stessa cura, attenzione, amore e passione che impiego per scrivere questo blog. Vi saluto dandovi appuntamento a lunedì con la mia solita rubrica dedicata al mondo della settima arte.

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Annunci

Jake Gyllenhaal

Il film che ti sei perso...

Questo articolo lo dedico a un mio fan, no scherzo. Non faccio certo finta di avere un fan club o altro. Però è vero che questo post è per una persona che ha iniziato a seguirmi per caso e che nel tempo si è appassionata al mio lavoro e che adesso mi segue nei vari social in cui sono presente (vi ricordo che mi trovate su Instagram, Facebook, Twitter e YouTube) con interesse e passione. Siccome questa cosa mi riempie di gioia e mi fa credere che la mia passione sia anche un po’ la vostra, oggi dedico questo breve articolo al suo attore preferito: Jake Gyllenhaal.

Questo attore ha partecipato a numerosissimi film interessanti. Che sia un ragazzo talentuoso è indubbio. Quindi oggi quali film, attraverso un breve post, vi posso suggerire affinché anche voi possiate avvicinarvi alla sua brillante e interessante carriera? Il primo memorabile film in cui compare un giovanissimo, ma proprio giovane!, Jake Gyllenhall è la spassosa commedia City Slickers, il cui titolo italiano è Scappo dalla città – La vita, l’amore e le vacche. Onestamente questo film non merita di essere visto per la grande performance di questo attore di origini svedesi, anche perché è una piccola collaborazione la sua, ma ve lo consiglio nel caso foste amanti della commedia divertente e non volgare. Insomma, un film diametralmente opposto a quelli che vi ho consigliato questo lunedì nel mio articolo Un Diavolo di Film.

Tra i numerosi film a cui ha partecipato Jake Gyllenhaal non posso non menzionarvi nuovamente lo struggente e potente Brokeback Mountain di Ang Lee, che vi ho suggerito nel mio post Amori strappa lacrime. Per non fare un articolo lunghissimo, visto i numerosi progetti interessanti a cui ha preso parte l’attore americano, ho deciso di elencarvi qui di seguito alcuni titoli che personalmente reputo interessanti tanto per la trama e la regia quanto per la sua interpretazione: il drammatico ma non scontato Moonlight Mile, il cult Donnie Darko, l’incredibile Zodiac, Brothers, l’oscuro e misterioso Nocturnal Animals, l’intenso e serrato thriller Prisoners, Southpaw, Nightcrawler, Everest e Stronger, uno dei suoi ultimi lavori che è tratto da una storia vera. Il film narra le vicende che accadono a un ragazzo che ha perso le gambe a seguito della bomba esplosa alla maratona di Boston il 15 aprile 2013.

Tra i titoli che vi ho appena elencato ho deciso di condividere il trailer di Southpaw perché onestamente l’ho scoperto per caso questo film. Essendo un amante dei film sulla boxe – ho anche scritto un articolo al riguardo (Sul ring come nella vita) quando ho letto la breve sinossi mi sono decisa a guardarlo. È stata una piccola bella sorpresa. Il film è ben interpretato e accanto a Jake Gyllenhaal, come avrete visto dal trailer, figurano altri importanti nomi, quali quello della bellissima Rachel McAdams e del sempre impeccabile Forest Whitaker. Inoltre un dettaglio non trascurabile, soprattutto per chi apprezza il genere maschile,  è il possente fisico che ha l’attore in questa pellicola. Grazie anche al suo cambiamento fisico e alla sua recitazione anche in questo lungometraggio risulta perfettamente credibile.

Anche per Jake Gyllenhaal, come ho già affermato per altri artisti, mi sento di dire che è un attore poliedrico, in grado non solo di cambiare aspetto ma di saper sostenere e rendere credibili i ruoli che di volta in volta interpreta. Con lui è sempre un vero piacere assistere alla sua recitazione e alle sua performance.

Nel caso te lo fossi perso…

  • Donnie Darko, Richard Kelly, 2001
  • Moonlight Mile, Brad Silberling, 2002
  • Southpaw, Antoine Fuqua, 2015
  • Stronger, David Gordon Green, 2017

 

In questo momento puoi trovare i seguenti film su…

Sky Cinema Italia:                                           Netflix:

          Donnie Darko                                                         Southpaw

 

La serie TV che ti sei perso…

The Kominsky Method

Eccomi a un nuovo appuntamento del venerdì con  la serialità. Torno dopo la breve pausa di venerdì scorso, che ho dedicato a voi e a me stessa, essendo stato il mio centesimo post (Cento volte Grazie). Oggi vi parlo di una serie nuova, appena uscita e fresca fresca di Golden Globe. La serie in questione si intitola The Kominsky Method, o nella versione italiana Il metodo Kominsky. Questo prodotto mi ha da subito ispirata, appena ho letto la trama su Netflix ma non sono riuscita ad iniziarla prima della premiazione a Los Angeles. Dopo che ho visto (rigorosamente in diretta, i mie commenti venivano condivisi con voi sui vari social in cui sono presente – Facebook, Twitter e Instagram) che la serie è stata valutata positivamente e anche premiata, la mia curiosità è salita alle stelle e l’ho iniziata e, anche finita, nel giro di una domenica pomeriggio particolarmente fredda. Ebbene si, il prodotto lo potete vedere velocemente, essendo composta di soli otto episodi e non ne rimarrete delusi. Almeno io non lo sono stata. È interpretata magnificamente da i due protagonisti, Michael Duglas (premiato ai Golden Globe 2019) e Alan Arkin, la trama è interessante e il tutto è diretto molto bene, lasciando ampio spazio alle due star che portano avanti la trama senza la minima fatica. Le risate sono accompagnate da momenti più intensi e l’intelligente e ben curata sceneggiatura accompagna lo spettatore minuto dopo minuto.

Esco un momento dal tema della giornata per ricordarvi che tra due giorni, o meglio, nella notte tra domenica e lunedì ci saranno altre importanti premiazioni, ovvero gli Oscar. Se avrete piacere sappiate che potrete gustarvi la diretta, come per i Golden Globe, insieme a me. Commenterò, sulle piattaforme in cui sono presente, le premiazioni. Ne approfitto di questa escursione vero il mondo dei comunicati per informarvi che, esattamente come venerdì scorso, ho creato un piccolo video, che potete andare a visionare cliccando qui, in cui vi racconto qualcosa di me e vi svelo un piccolo aneddoto legato al mondo dell’animazione Disney.

Il film che ti sei perso...

Breve riassunto:

Hollywood. Sandy Kominsky è un ex attore di successo che porta avanti la sua scuola di recitazione. Accanto a lui c’è Norman Newlander, il suo manager e più caro e vecchio amico. Insieme affrontano i problemi quotidiani che la vita offre loro. La mancanza di lavoro, una figlia dipendente dai farmaci, l’età che avanza…

Perché guardarla:

  • È divertente, commovente, intelligente, e ironica
  • Gli attori protagonisti sono stupendi. Due bravissimi attori che non hanno certo bisogno di presentazioni e che ancora una volta danno prova della loro bravura
  • Sono solo otto episodi della durata di nemmeno quaranta minuti l’uno

Perché non guardarla:

  • La serie è stata rinnovata per una seconda stagione. Vi toccherà aspettare un po’ quindi per poter godere della seconda parte

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/TheKominskyMethod/

In questo momento puoi trovare questa serie su Netflix:

https://www.netflixlovers.it/catalogo-netflix-italia/80201680/il-metodo-kominsky

Anno nuovo, nuove proposte

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Buon anno a tutti voi, spero che abbiate passato delle buone feste, che vi siate divertiti, abbuffati e che siate andati al cinema a godervi qualche bel film. Io il 23 dicembre sono andata a vedere Bohemian Rapsody. Lo so, sono andata tardi, rispetto alla data di uscita ma come si dice “meglio tardi che mai”, no? Ragazzi che film meraviglioso!! Finito di vederlo ho sentito l’esigenza di condividere le mie impressioni sulla pagina Facebook del blog – ho dichiarato al mondo il mio amore per Rami Malek e ho anche affermato di esigere che quel talentuoso ragazzo vinca il Premio Oscar, adesso! Se non mi seguite ancora su FB e Instagram vi consiglio di farlo perché posto e commento con regolare frequenza. A tal proposito, spero che abbiate seguito insieme a me la diretta questa notte dei Golden Globe. Questa notte, o meglio questa mattina, quando il meraviglioso Rami Malek e il film Bohemian Rapsody hanno vinto, ho esultato come una pazza su tutti i social in cui sono presente. Approfitto per ricordarvi che mi trovate anche su Twitter. Vi invito a seguirmi e magari, perché no, ad aiutarmi a far crescere le mie pagine social consigliandole anche a qualche vostra amicizia e conoscenza.

Il film che ti sei perso...

Bene, adesso che abbiamo affrontato il mio piccolo momento di auto promozione vi posso annunciare che ho deciso di modificare leggermente il mio blog. Insomma, è giusto cambiare ed evolversi. Quindi dal momento che piace la mia rubrica del venerdì, dedicata alle serie TV, ho deciso che prenderò lo stesso formato e lo trasferirò anche in quella del lunedì, incentrata sulle pellicole cinematografiche. Visto che questo sarà un esperimento, lo farò a lunedì alterni e dal momento che immagino che siate curiosi di sapere come procederà questo nuovo modo di affrontare il cinema, sappiate che inizierò già il prossimo lunedì. Non vi resta che aspettare una settimana dunque e nell’attesa potrete leggervi i miei prossimi post. Appuntamento come sempre: mercoledì e venerdì.

Vi informo inoltre che anche la mia pagina Instagram subirà alcuni cambiamenti. Per scoprirli vi basterà seguirmi. Concludo questo mio breve comunicato di inizio anno chiedendovi scusa se sono sparita. Nel mio ultimo post di dicembre avevo detto che non vi avrei abbandonato e che di tanto in tanto avrei riproposto gli articoli che ho scritto per Movie Magazine Italia. Non ho potuto farlo perché il sito è momentaneamente bloccato. Mi spiace per il disguido che si è creato. Da questa settimana tornerà tutto come al solito, beh, più o meno. Restate sintonizzati per scoprire le piccole novità che ho in serbo per voi. A presto,

Giorgia – Il film che ti sei perso…

 

Natale, vacanze e dove trovarmi

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Attraverso questo post vi annuncio che Il film che ti sei perso… va in vacanza per la breve pausa natalizia. Tornerò a tempestarvi di consigli e suggerimenti con l’arrivo del nuovo anno, precisamente lunedì 7 gennaio. Lo so, state pensando che vi abbandonerò ai vostri parenti, tra un panettone e un pandoro ma la verità è che non posterò nulla di nuovo… QUI.

Sarò presente e attiva quotidianamente sulla mia pagina Facebook (che vi invito a seguire e condividere sulla vostre bacheche e su quelle dei vostri amici e conoscenti… avanti: a Natale non siamo tutti più buoni? Ecco bravi, allora correte a tempestare la mia pagina di like ahah). La pagina Twitter sarà attiva come sempre mentre il profilo di Instagram si prenderà una breve vacanza insieme al blog.

Non disperate, ho già pensato che non vi abbandonerò del tutto nemmeno qui. Come vi ho ampiamente ripetuto, collaboro con una rivista online chiamata Movie Magazine Italia e, per chi ancora non lo sapesse, di tanto in tanto ripropongo qui gli articoli che ho avuto modo di redigere per Movie Magazine. Queste vacanze natalizie quindi non leggerete nulla di nuovo ma avrete modo di recuperare qualche altro articolo che ho scritto, nel caso ve lo foste perso…

Concludo ringraziando chi mi segue dall’inizio, chi si è aggiunto nel corso dei mesi, chi è arrivato ultimante e chi mi scopre per la prima volta attraverso questo post. È stato un vero piacere scrivere e scoprire che ho un piccolo fedele seguito. Non mi resta che augurarvi uno splendido Natale, un felice anno nuovo e che ogni vostro desiderio si possa avverare. Tanti Auguri e buone feste!!!

A presto,

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Altri cambiamenti in arrivo

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Sono passate solo due settimane da quando Il film che ti sei perso… ha annunciato un piccolo grande cambiamento, ovvero il nuovo look del sito (Nuovo vestito, stessa sostanza). Quest’oggi mi ritrovo nuovamente a stravolgere le piccole semplici regole del mio blog per un altro annuncio. Quelli tra di voi che mi seguono dall’inizio sanno benissimo che l’appuntamento inizialmente era singolo. Ho poi deciso di dedicare una seconda rubrica al mondo infinito, geniale e, oserei dire, che crea dipendenza, delle serie televisive (Cambiamenti in arrivo) e quindi di scrivere anche il venerdì… Esatto, sto per comunicarvi quello che state pensando: vi stresserò una volta in più! Contenti? Tranquilli…  Fingente entusiasmo e saremo tutti felici – sto scherzando chiaramente. La verità è che ho deciso di implementare ancora il mio impegno verso questo blog e verso di voi, perché riscontro interesse e questo mi fa un immenso piacere. Di cosa parlerò, vi starete chiedendo. Dopo averci pensato, ho realizzato che la miglior cosa è sempre la stessa che mi ha spinta a creare questo blog: la passione. Come ben sapete sono onnivora, nel senso che mastico quasi tutti i generi e abbraccio con entusiasmo sia i film che le serie televisive ma nel magico mondo dell’intrattenimento, ho una vera  e propria venerazione per una figura all’interno di questa meravigliosa macchina che è l’audiovisivo: gli attori e la recitazione. Ho anche dedicato uno dei miei primissimi post (L’arte di saper emozionare) all’analisi del metodo più famoso di recitazione, il Metodo Stanislavskij. Ammiro gli attori e l’arte della recitazione perché permette alle persone che nascono con un dono e con l’incredibile capacità di sapersi mettere in gioco, sempre e comunque, di guardare dentro se stessi e di esplorare quell’infinita gamma di emozioni che l’essere umano è in grado di provare. Mi affascina pensare che dietro ogni personaggio ben riuscito si celi una parte della persona che lo sta impersonando. Essere attori significa non aver paura delle proprie emozioni, non temere di rischiare e di guardarsi allo specchio. Questa ammirazione, ammetto, la rivolgo soprattutto verso gli attori anglofoni perché trovo che arrivino da una scuola incredibilmente moderna e all’avanguardia, tuttavia non dimentico i grandi nomi italiani e internazionali che hanno reso e rendono tutt’ora grande quest’arte.

Non sono un’attrice e non mi permetto di pensare di saperne più di chi ha studiato, non mi stancherò mai di ripetere che osservo sempre con gli occhi di un’ammiratrice appassionata. Ecco perché nella mia nuova, terza rubrica, seguirò di nuovo il cuore senza avere la presunzione di scendere nel tecnico (rischiando di annoiarvi). Affronterò, o meglio lo farò insieme a chi mi vorrà leggere, un’artista alla volta, analizzando la sua carriera attraverso film e performance che ha eseguito e, come sempre, ricordando quelle che hanno catturato la mia attenzione, consigliandovi così un paio di titoli. Spero che questa nuova rubrica vi possa entusiasmare e piacere tanto quanto le altre due. Concludo questo annuncio avvisandovi che gli appuntamenti si sposteranno in questo modo:

_ Lunedì ci sarà il consueto appuntamento dedicato ai film

_ Mercoledì sarà dedicato alla nuova rubrica

_ Venerdì rimarrà il giorno delle serie televisive

Questo nuovo ordine, insieme alla nuova rubrica, inizieranno dalla prossima settimana. Mentre venerdì ci sarà il consueto appuntamento dedicato all’analisi di una serie televisiva. A presto,

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Nuovo vestito, stessa sostanza

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Il film che ti sei perso… come Cenerentola, ha cambiato look, si è aggiornato, si è arricchito e, ammettiamolo, è diventato più ordinato. Come ho detto nel mio primissimo post, Blog per passione, scrivo spinta dall’amore per l’audiovisivo. Dal momento che questo mondo affascinate è così fruibile, immediato e caro a molte persone, ho deciso di rendere più semplice l’accesso al mio blog per i miei amici – vi chiamerò sempre amici, perché non ho la presunzione di credermi un’abile scrittrice e quindi di avere dei lettori, bensì degli amici con cui condividere una passione. Come già ho fatto nel mese di giugno, annunciando attraverso un post, che l’appuntamento settimanale sarebbe raddoppiato (Cambiamenti in arrivo) e che avrebbe compreso non solo il magico mondo del cinema ma anche l’affascinante e infinito universo delle serie televisive, anche oggi, attraverso questo articolo, desidero mostrarvi e guidarvi nella nuova versione del mio piccolo blog.

Il cambiamento è già avvenuto, lo dico per chi mi sta leggendo per la prima volta – benvenuto!, e come potete vedere…

  • I colori del blog sono sempre gli stessi: nero, perché lo trovo estremamente elegante e raffinato, ocra perché è la versione più vicina al mio colore preferito, l’oro.
  • L’indirizzo per raggiungere il sito adesso è il seguente: ilfilmchetiseiperso.com e come potete notare la pagina principale è diventata quella delle Informazioni.
  • Le pagine che visitate si sono arricchite con i link ai social (Facebook, Instagram e Twitter) in cui è presente Il film che ti sei perso… Inoltre è visibile un archivio, un filtro per la ricerca e la possibilità di seguire il blog attraverso un semplice clic. Ultimo dettaglio ma non meno importante, in fondo a ogni singola pagina è stata inserita la possibilità di traduzione
  • Infine potrete notare che i caratteri, sia dei titoli che dei testi, sono leggermente cambiati e hanno uno stile più fine ed elegante – risultano più piacevoli per il mio personale gusto, spero che concordiate con me. Questo semplice cambiamento, di valore puramente estetico è avvenuto perché, detto tra di noi, quando scrivo a mano la mia calligrafia è assolutamente pessima e sempre soggetta a critiche. Per cui mi sono detta che se nel mondo virtuale potevo sembrare elegante attraverso la scrittura, beh perché non farlo?

Questi sono i cambiamenti principali, vi invito a dare un’occhiata alla nuova versione del mio blog Il film che ti sei perso… e nel caso aveste dei dubbi, delle perplessità o dei suggerimenti non esitate a contattarmi qui o sulle altre piattaforme social in cui sono presente. Perdonatemi se oggi ho voluto dedicare lo spazio riservato al magico mondo del cinema a una mera informazione di servizio, tornerò venerdì con il consueto appuntamento dedicato all’analisi di una serie televisiva. Intanto vi ricordo che, nel caso velo foste dimenticato, collaboro anche con la rivista online Movie Magazine Italia e che al seguente indirizzo potete trovare altri articoli brevi e semplici, scritti da me: http://moviemagazine.it/author/giorgia-cassinelli/ A presto,

Giorgia – Il film che ti sei perso…

Estate, vacanze e dove trovarmi

Buongiorno a tutti, buongiorno a chi mi legge settimanalmente, a chi mi segue sporadicamente e a chi mi legge per la prima volta.

Il film che ti sei perso… va in vacanza per il mese di agosto. Quindi questo che state leggendo è l’ultimo post prima della pausa estiva. Ho deciso di prendermi una breve licenza perché tanto lo so che voi, avidi lettori, sotto l’ombrellone avete voglia di tutto meno che di leggere qualche mio consiglio, per cui vi dispenso dal compito di seguirmi e vi auguro uno splendido agosto a base di sole, relax e divertimento. I consueti appuntamenti del martedì (Blog per passione) – in cui suggerisco un paio di titoli di film e del venerdì (Cambiamenti in arrivo) – in cui consiglio una serie televisiva torneranno con l’arrivo di settembre.

So già che vi mancherò per cui sappiate che non vi abbandonerò del tutto. Rimarrò attiva sui social… come? Vorreste dirmi che non vi ricordate dove potete trovarmi? Beh ma è semplice, Il film che ti sei perso… è presente nei seguenti social:

 

 

Come ho ricordato nel mio ultimo post, La serie TV che ti sei perso… Dracula, collaboro inoltre con la rivista Movie Magazine Italia per cui potete trovare altri mie articoli alla seguente pagina: http://moviemagazine.it/author/giorgia-cassinelli

Siete invitati a seguirmi su tutti i social e se vi scappa un like sulla pagina Facebook, nella quale riproporrò quotidianamente i miei precedenti articoli, non mi lamento ahahah. Vi rinnovo i miei auguri per una serena e splendida estate. A presto,

         Giorgia – Il film che ti sei perso…